Dispense, Monografie e FAQ

Esclusione di Responsabilità e Note Legali

In questa pagina sono pubblicati alcuni documenti, scelti tra le Guide, le Dispense, i Saggi e le Monografie, maggiormente richiesti dagli utenti e ritenuti di particolare interesse, i quali possono essere predisposti direttamente dallo Studio Tecnico CM, dai nostri Collaboratori o, nel prioritario rispetto del Diritto d'Autore, liberamente recuperabili da Internet.
I documenti pubblicati in questa sezione possono essere oggetto di variazione senza alcun preavviso, a insindacabile giudizio dell'Uffico di Presidenza dello Studio Tecnico CM, che non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali errori e/o imprecisioni e/o inesattezze.

Dispense di Tecnologia Meccanica: Tecniche di unione e collegamenti meccanici

I manufatti derivanti da lavorazioni meccaniche vengono spesso uniti fra loro in modo da formare sistemi più complessi.

L’assemblaggio o, meglio, l’unione o giunzione di parti meccaniche può essere eseguito con tecniche diverse a seconda dei materiali e delle caratteristiche richieste dall’unione.
Le tecniche di unione, in particolare, possono essere distinte in smontabili o fisse e, in funzione dei tipi di impiego, possono essere suddivise ulteriormente in: chiodatura, bullonatura, rivettatura, unione con chiavetta o linguetta, saldatura, tassellatura, incastro e unione con viti o con chiodi, raccordi.

Il file allegato contiene appunti di base di Tecnologica Meccanica, tratti dal testo "Elementi di Tecnologia" degli autori Amerio, De Ruvo e Simonetti ed edito dalla SEI, la cui lettura riteniamo essere un ottimo modo per approcciarsi allo studio delle tecniche di unione e collegamento tra elementi meccanici ed organi di macchine.

Tecniche di UnioneTecniche di Unione [2.789 Kb]

Dispense di Tecnologia Meccanica: Lavorazioni per asportazione di truciolo

La Tecnologia Meccanica è la parte della Meccanica che si occupa della realizzazione di un pezzo, partendo dalla materia prima o da un semilavorato, tramite i vari processi sino a giungere ad una forma ben definita, determinata dalle funzionalità a cui dovrà far fronte l'oggetto in questione.

Tra i processi di lavorazione sono anneverate le lavorazioni per asportazione di truciolo, ossia quei processi produttivi che consentono di ottenere un prodotto finito attraverso la trasformazione del pezzo grezzo, asportando il materiale eccedente (sovrametallo), sottoforma di scaglie di metallo (truciolo), con l’utilizzo di attrezzi opportunamente sagomati.

Il file allegato contiene appunti di base di Tecnologica Meccanica, tratti dal testo "Elementi di Tecnologia" degli autori Amerio, De Ruvo e Simonetti ed edito dalla SEI, la cui lettura riteniamo essere un ottimo modo per approcciarsi allo studio delle lavorazioni per asportazione di truciolo.

Linee Guida INAIL: Valutazione e Gestione del Rischio Stress Lavoro-Correlato

Come noto, in conformità alle prescrizioni del D.Lgs. 81/2008, il 1 Gennaio 2010 è entrato in vigore l'obbligo, per tutti di Datori di Lavoro, della valutazione del Rischio da Stress Lavoro-Correlato. Si tratta di un obbligo di legge che interessa tutte le aziende, indipendentemente dalla dimensione, dal settore di appartenenza e dalla tipologia contrattuale e rapporti di lavoro.

L’INAIL, a seguito di tale obbligo, ha messo a disposizione un manuale di "Valutazione e Gestione del Rischio da Stress Lavoro-Correlato", contenente una metodologia da seguire, specificatamente contestualizzata alle indicazioni di legge, finalizzato a supportare le aziende nella valutazione di tale particolare tipologia di rischio.

Il file allegato contiene tale manuale, la cui lettura e studio riteniamo possa essere di grande aiuto per i Datori di Lavoro, gli RSPP, gli RLS e per tutti coloro che, a vario titolo, si occupano di Sicurezza sul Lavoro.

Appunti di Laboratorio di Autocad - Politecnico di Bari

AutoCAD è il primo software CAD (computer aided design) sviluppato originariamente per PC, ed introdotto nel mercato nel 1982 da Autodesk. Esso è utilizzato principalmente per produrre disegni bi/tridimensionali in ambito ingegneristico, architettonico, meccanico ed elettrotecnico.

Il documento prodotto è di tipo vettoriale, ovvero le entità grafiche sono definite come oggetti matematico/geometrici: questo permette, diversamente da quanto succede nei documenti grafici di tipo raster, di scalarle e ingrandirle indefinitamente senza perdita di risoluzione.

I documenti prodotti con AutoCAD vengono salvati in modo nativo nel formato DWG (drawing); possono però essere esportati in formati diversi, di cui il più comune è il DXF (drawing exchange format), considerato uno standard de facto per l'interscambio di dati CAD tra diverse applicazioni. 

Il file allegato contiene gli appunti di "Laboratorio di Autocad", redatti dai Professori Monno, Uva e Fiorentino del Politecnico di Bari, la cui lettura riteniamo essere un ottimo modo per iniziare a prendere confidenza con il software prodotto dalla Autodesk.